IMPRESA SFIORATA  I pirati non riescono nell’impresa di battere la corazzata Cesena dopo una gara combattuta su ogni pallone e in ogni angolo del campo. I nostri come spesso accade sono la metà degli avversari e più giovani di età, e questo ci porta a subire psicologicamente gli avversari più del dovuto. Nonostante lo strapotere fisico imbarazzante dei padroni di casa, i misanesi prendono fiducia grazie ad ottime giocate e rimangono incollati al match. Una maggiore padronanza dei fondamentali ci permette di trovare soluzioni offensive di pregevole fattura e di chiudere il primo tempo in svantaggio di soli 10 punti (32-22) . Nel terzo quarto i ragazzi di Vagnini e Zuppardo non mollano la presa e nonostante il fiato corto (solo 7 giocatori a referto) ribattono colpo su colpo ad ogni iniziativa cesenate. L’ultimo quarto ci vede vacillare sotto le plance dove i padroni di casa dominano e trovano sempre facili soluzioni. Ma questo gruppo non molla mai e ogni volta che pare naufragare, trova sempre le energie fisiche e mentali per arginare e superare le difficoltà. Infatti negli ultimi minuti siamo ancora lì punto a punto a giocarci la vittoria, ma come spesso ci accade, commettiamo ingenuità in fase difensiva  che danno ossigeno e linfa ai cesenati per portarsi a casa il match.

CONSIDERAZIONI:   Vogliamo comunque ribadire i grandi miglioramenti di questo gruppo, viste le enormi difficoltà accusate ad inizio stagione, dovute ad un ‘oragnico ridotto all’osso causa infortuni e defezioni varie, la perdita di giocatori importanti , alla giovane età dei ragazzi, e all’inesperienza del gruppo. Considerando tutto ciò, possiamo ritenerci soddisfatti e orgogliosi dei ragazzi,  che stanno accumulando preziose esperienze attraverso gli errori e i minuti giocati in campo (fattori importantissimi per la crescita). Il nostro obiettivo per il proseguo della stagione è quello non solo di cercare di vincere il più possibile ma soprattutto continuare crescere e migliorare ancora.